Nuovo Servizio ALLOGGIATI: AIGO Confesercenti in riunione con il Ministero dell'Interno e Polizia di Stato

Decreto in arrivo su nuove modalità del servizio (web, app, tablet, smartphone, ecc.) e registrazione entro le 6 ore dall'arrivo dei pernottamenti inferiori alle 24 ore

AIGO Confesercenti ha partecipato ad una videoconferenza convocata dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno alla quale hanno partecipato anche i presidenti ed i coordinatori di Assohotel e Assocamping, coadiuvati dall’ufficio legislativo di Confesercenti Nazionale.

 

Com’è noto, l’art. 5 del D.L. n. 53 del 2019 ha modificato l’art. 109 del TULPS introducendo – in caso di soggiorni inferiori alle 24 ore – il termine di sei ore dall’arrivo degli ospiti per comunicare le generalità delle persone alloggiate e demandando ad un decreto l’integrazione del DM 7 gennaio 2013 per quanto riguarda le modalità di comunicazione, con mezzi informatici e telematici, dei dati delle persone alloggiate, al fine di consentire il collegamento diretto tra i sistemi informatici delle autorità di pubblica sicurezza e i sistemi gestionali delle strutture ricettive. L’art. 5, comma 1 ter ha poi precisato che la modifica dell’art. 109 entrerà in vigore il novantesimo giorno successivo alla data della pubblicazione in GU del decreto integrativo.

 

Il competente Ministero ha pertanto convocato le associazioni che rappresentano le categorie interessate dal provvedimento per illustrare nel dettaglio lo schema del decreto in oggetto.

 

In primo luogo, è stato chiarito che il provvedimento interverrà apportando modifiche al testo del vigente decreto 7 gennaio 2013 e sostituendo integralmente il relativo allegato tecnico.

 

Ci è stato altresì anticipato che l’art. 1, comma 1, del DM 7 gennaio 2013 sarà modificato per renderlo conforme al testo del novellato art. 109 TULPS, sostituendo l’attuale formulazione con la previsione – in caso di soggiorni inferiori alle 24 ore – del termine di sei ore per la comunicazione delle generalità delle persone alloggiate.

 

Fermo restando che il testo del decreto illustrato durante la riunione non è stato ancora pubblicato e che quindi potrebbero intervenire delle modifiche nei contenuti, anticipiamo le principali novità che andranno ad interessare i soggetti obbligati alla comunicazione dei dati delle persone alloggiate.

  • I certificati digitali da installare sulla postazione della struttura ricettiva saranno eliminati (l’utente potrà scegliere se continuare a utilizzarli fino alla loro naturale scadenza, ma non oltre).
  • Sarà possibile utilizzare dispositivi mobili quali tablet e smartphone.
  • Maggiore semplicità di configurazione e di utilizzo della postazione.
  • L’autenticazione avverrà tramite una password e un codice OTP (one time password), per una maggiore sicurezza.
  • Sarà previsto un PUK per il recupero delle credenziali (in caso di smarrimento di un codice sarà sufficiente avere almeno due credenziali tra Password, OTP e PUK per ottenere quello mancante, senza la necessità di rivolgersi alla Questura).
  • Ricevute con QR Code sostituiscono la firma digitale (pertanto non è più necessario mantenere aggiornato Adobe).
  • Possibilità di collegamento tramite web service, che prevede il collegamento diretto in sicurezza dai sistemi gestionali delle strutture ricettive.

 

E’ stato altresì precisato che gli utenti attualmente registrati potranno passare alle nuove modalità direttamente, senza necessità di recarsi presso la Questura competente e che non dovranno sostenere particolari spese per l’adeguamento (salvo il caso in cui vogliano introdurre l’interoperabilità del proprio sistema informatico).

 

Non appena avremo sviluppi, vi terremo aggiornati.